Oggi Albert è morto. O forse ieri, non so.

Oggi Albert è morto. O forse ieri, non so. Ho ricevuto un telegramma dall’assurdo: “Camus deceduto, platano distrutto. Funerali domani. Distinti saluti.” Questo non dice nulla: è stato forse ieri.
L’assurdo è tra le lamiere contorte di un’auto, a pochi chilometri da Villeblevin. Prenderò l’autobus delle due e arriverò ancora nel pomeriggio. Così potrò vegliarlo ed essere di ritorno domani sera. Ho chiesto due giorni di libertà all’esistenza e con una scusa simile non poteva dirmi di no. Ma non aveva l’aria contenta. Le ho persino detto: “Non è colpa mia.” Non mi ha risposto. Allora ho pensato che non avrei dovuto dirglielo.

Coccodrillo

“I feel as if I’ve swallowed silk – Or fallen in black milk.”

Rowland S. Howard (24 ottobre 1959 – 30 dicembre 2009)

Acquistateli tutti 5

Acquistateli tutti 4

Acquistateli tutti 3

Memento Mori 4

010Squali: un centinaio di vittime l’anno. Meduse: più di un centinaio di vittime. Ippopotami: il doppio. Leoni: 250. Api: 400. Elefanti: 500. Coccodrilli: 2000. Scorpioni, e qui si comincia a uccidere seriamente, 5000 vittime nel corso di 365 giorni.

Ma i veri professionisti sono i serpenti con  100.000 persone sulla loro “coscienza” e infine, la vera, unica, incontrastata signora del genocidio: la zanzara: 2.000.000 di persone muoiono ogni anno a causa della malaria.

La cosa simpatica però, è che sembra, che finalmente gli animali si siano rotti le scatole dell’homo sapiens e abbiano cominciato a prendere l’iniziativa, come riporta il Telegraph.

Memento Mori 3

Il lutto dei poveri

Messina10

Questa indegna propaggine di Spoon River è dedicata alla donna morta senza nome a Messina, che nessuno si è fatto avanti a piangere.

Alla più dimenticata nella tragedia di una città senza memoria

La mia città

Guglielmo Pispisa (KZg)

 p.s. Poche ore dopo la composizione di questo testo, la donna senza nome è stata identificata. Le restituisco anche qui la sua identità, non potendo fare molto di più. Si chiamava Monica Balascuja. E’ morta per aver scelto di non abbandonare l’anziana di cui si prendeva cura.

Credete di farmi contenta

Con le esequie di stato

Elemosinate a un semaforo

Lacrime di madri davanti alla TV

Saracinesche abbassate e alte uniformi blu

Con le ipotesi della questura

Riprese dal Corriere nel pezzo di colore

Di spalla in prima pagina

La donna senza nome che nessuno piange

Forse badante

Condonata dal maltempo

L’ambasciatore romeno in gramaglie

Briciole di caldarroste sul paltò

La vera tragedia che fa da contrappeso

Alle puttane di regime

Al cattivo gusto senza fine

Di rei e accusatori dalle voci roche

Rendete omaggio, pensate,

Postumo e inefficiente

Ma doveroso e quanto, quanto retorico

Nessuno però ricorderà il caffè tranquillo

Bevuto sulla terrazza abusiva

La vista sul mare e l’aria tiepida,

Vecchia promessa d’autunno

Il sorriso timido del ragazzo che mi piaceva

Sepolto tutto nel fango

E nelle parole vuote di un poeta improvvisato

Di un omaggio non richiesto

Non vi odio, non vi rispetto

Il mondo non merita altro che se stesso

Memento Mori 2

010Un piatto velenoso per cominciare in pieno annullamento l’autunno. La ricetta è semplice e, con qualche accorgimento, ancora più letale.

Difficoltà: Tempo di preparazione: 45 minuti

Tempo di cottura: 45 minuti

Mortalità: la “mortalità” è un fattore molto variabile e pertanto non v’è alcuna certezza che l’avvelenamento debba concludersi con il decesso della persona che ha consumato la specie mortale. Per questo sarebbe meglio cucinare la versione “gourmet” del risotto.

Ingredienti per 4 persone: 450 gr. di Amanita phalloides o Amanita phalloides var. alba o Amanita verna o Amanita virosa, Cortinarius orellanus o Cortinarius semisanguineus o Cortinarius speciosissimus o Entoloma sinuatum o Galerina marginata o Gyromitra esculenta o Sarcosphaera crassa (se proprio siete del gourmet dell’avvelenamento potete anche fare un misto), 360 gr. di riso carnaroli, 2.5 lt. di brodo (vegetale o di gallina), 1 cipolla bianca di media grandezza, 1 bicchiere di vino bianco secco, Prezzemolo, 150 gr. di formaggio grana grattugiato, 2 fettine sottili di formaggio, 1 noce di burro, Sale.

Dopo aver preparato almeno 2.5 lt di brodo, in una pentola, meglio se antiaderente, preparate un fondo di olio con una noce di burro che farete sciogliere. Unite al fondo la vostra cipolla bianca tritata finemente e fatela dorare con i funghi che avrete tagliato a spicchietti piuttosto sottili. Aggiungete il riso già porzionato secondo la quantità desiderata e fatelo “tostare” per 3 o 4 minuti a fuoco medio alto, avendo cura di unirvi il vino bianco alzando al massimo la fiamma per farlo evaporare. Una volta evaporato il vino, spegnete il fuoco e lasciate riposare il riso per una diecina di minuti. Trascorso il tempo necessario, riaccendete la fiamma a fuoco medio e fate cuocere aggiungendo un mestolo di brodo alla volta, regolate di sale e mescolate frequentemente. Quando penserete che la cotturà sarà giunta al termine o quasi potrete unire al risotto il formaggio grana grattugiato e le due fettine di formaggio a fuoco spento. Coprite con un coperchio, attendete 5 o 7 minuti e servite con una spolverata di prezzemola tritato.

Buona intossicazione letale a tutti.

Memento Mori 1

010Mi accingo a iniziare, come annunciato, il mio lavoro da monatto. È un lavoro sporco ma qualcuno dovrà pur farlo.

“Il primo sintomo della morte è la nascita” (Stanisław Jerzy Lec), ma le cause sono ben altre:

Tubercolosi, Infezione meningococcica, AIDS (malattia da HIV), Epatite virale, Tumori maligni delle labbra, cavità orale e faringe, Tumori maligni dell’esofago, Tumori maligni dello stomaco, Tumori maligni del colon, Tumori maligni del retto e dell’ano, Tumori maligni del fegato e dei dotti biliari intraepatici, Tumori maligni del pancreas, Tumori maligni della laringe e della trachea/bronchi/polmoni, Tumori maligni della cute, Tumori maligni del seno, Tumori maligni della cervice uterina, Tumori maligni di altre parti dell’utero, Tumori maligni dell’ovaio, Tumori maligni della prostata, Tumori maligni del rene, Tumori maligni della vescica,Tumori maligni del tessuto linfatico/ematopoietico, Diabete mellito, Abuso di alcool (compresa psicosi alcolica), Dipendenza da droghe, tossicomania, Meningite, Malattie del sistema circolatorio, Malattie ischemiche del cuore, Malattie cerebrovascolari, Influenza, Polmonite, Malattie croniche delle basse vie respiratorie, Asma, Malattie dell’apparato digerente, Ulcera dello stomaco, duodeno e digiuno, Malattie epatiche croniche, Malattie della pelle e del tessuto sottocutaneo, Malattie del sistema osteomuscolare e del tessuto connettivo, Artrite reumatoide e osteoartrite, Malattie del sistema genitourinario, Malattie del rene e dell’uretere, Complicazioni della gravidanza, del parto e del puerperio, Alcune condizioni che hanno origine nel periodo perinatale, Malformazioni congenite e anormalità cromosomiche, Malformazioni congenite del sistema nervoso, Malformazioni congenite del sistema circolatorio, Sindrome della morte improvvisa nell’infanzia, Cause sconosciute e non specificate, Cause esterne di traumatismo e avvelenamento, Accidenti di trasporto, Cadute accidentali, Avvelenamento accidentale, Suicidio e autolesione intenzionale, Omicidio, aggressione.