E quindi?

mojitoAdoro cominciare un discorso o una mail o una chat con ‘E quindi?’.

Di tutte le nuove espressioni in voga, dagli inglesismi geek alla ‘whatsappamelo’ al cosiddetto linguaggio sms o da tastiera tipo ‘nn’ per ‘non’ (ma che cazzo di risparmio di tempo sarebbe, digitare una semplice lettera in meno? Il risparmio a mio avviso è, per dire, da ‘fumante e odoroso escremento’ a ‘merda’, ecco), dai termini più fighi del pianeta come ‘cool’ o ‘nerd’ o ‘celeb’ alle nuove, interessanti espressioni gergali come ‘anche no’ (leggi qui), la mia preferita è senza dubbio quella in oggetto.

Cominciare a parlare con qualcuno buttando lì subito un ‘e quindi?’ è semplicemente fantastico. Mi dà una soddisfazione immensa. Provate a pensarci, è molto più profondo e intriso di significato di quanto siate disposti a credere. C’è tutto un mondo, dietro. Bisogna capirlo, l”e quindi?’, viverlo, respirarlo piano, accettarlo in ogni sua sfaccettatura.

C’è tutta la nevrotica urgenza pratica dei nostri tempi, la fastidiosa ma inevitabile impazienza di gente con livello di sopportazione rasente lo zero, gente disillusa, scettica, scafata ma che conserva quel delizioso spirito ironico e autoironico, unica ancora di salvataggio, a mio avviso, nel baccano confusionale di oggi. Immaginate un gruppo di amici, la piattaforma sceglietela voi: ritrovo in piazza, gruppo su whatsapp, e-mail collettivo, quel cazzo che volete. Invece dei soliti ‘Ciao, come stai?’ o ‘Buongiorno!’ o ‘Uella’ o dei già migliori ‘Ma dai?’ oppure ‘Buongiorning’ (da me inventato, non ci provate a usarlo senza citarmi- no, non in giudizio, nel discorso!), scegliete un modo diverso di rompere il ghiaccio. Fate vedere subito di che pasta siete fatti. Mica ci si fa i pompini a vicenda, tra amici, mica si perde tempo o ci si abbandona alle preistoriche etichette. D’altra parte siete senza dubbio gente carica, vitale, in fondo ottimista e maledettamente ironica. Credete nel sarcasmo, nella dissacrazione, nella risata che vi (ci) seppellirà. Dunque partite subito centrando il punto: e quindi? Cazzo succede? Cazzo si fa? Hai poi fatto quella cosa (non importa quale)? Quando ci si vede? Quando ci si piega in due insieme a forza di bianchini spruzzati?

Non sono questioni secondarie, amici, come si comincia una discussione. Non in questo tempo, dove tutto è attitudine. C’è talmente tanta merda in giro, ma anche tante cose belle, che senza l’attitudine giusta si schiatta. Poco ma sicuro. E allora fatevi convincere. Non è che sono qui a passarvi consigli di quart’ordine, giusto per fare il blogger. Vi ricordo solo che sono uno dei nomi caldi della lista di ‘mediterranei’ voluti in Silicon Valley per valutare come stanno andando la scienza e l’elettronica e l’innovazione e la vita. Vi rammento di essere modestamente l’unico italiano nel comitato internazionale creato da Youporn per il porno del nuovo millennio (il 3.000- ai ragazzi piace organizzarsi per tempo); non era mica facile, eravamo in tanti ad aver cliccato in modo spropositato su quel link, ma solo uno inizia i discorsi online con ‘E quindi?’. Io. E mi hanno preso.

Pensateci. Oltre a essere più simpatici sarete anche più concreti: se le risposte al vostro ‘e quindi?’ non vi soddisferanno, potrete immediatamente chiudere in faccia la chat ai coinvitati, o buttare via la mail collettiva, oppure dirigervi subito al bar per una bella media chiara, mentre i vostri amici tergiversano con le loro cazzo di formalità. Non sono vantaggi da poco, se pensate che la cosa più odiosa per persone che diventano vecchie come noi quando escono la sera è senza dubbio la maledetta fila da fare al bancone del bar per prendere una birra!

O no?

Io potrei ammazzare pur di far scivolare la mia ordinazione prima del tizio accanto a me che deve prendere otto mojito, e tutti regolarmente pestati a dovere!

 

 

Advertisements

8 thoughts on “E quindi?

  1. Io “E quindi?” lo uso più che altro per comunicare disprezzo quando una persona mi fa innervosire girando intorno al nocciolo della questione…o quando mi dice qualcosa di cui non me ne può fregare assolutamente un cazzo…o che mi dà fastidio…
    L'”E quindi?” detto con fare stronzeggiante in quei casi mi fa sentire potente…

    Mi piace

  2. quella è la genesi! ma prova ad evolverti- usalo anche con piglio positivo, è divertente.. va maledettamente al punto 🙂 grazie per il commento!

    Mi piace

  3. Fatti realmente accaduti…

    RIcevo una multa a casa vado dai vigili, parlo con una tizia allo sportello: “Salve, ho ricevuto questa…”, lei: “si è una multa”, io: “e quindi?”… panico nei suoi occhi, poi fa: “Vuole parlare con un mio superiore?”. EH LA MADONNA! Forse ho capito come farmi ricevere dal Papa!

    Una tizia che stavo frequentando: “No perchè io sembro forte fuori ma poi nelle relazioni mi annullo completamente e perdo il sorriso”, io: “E quindi?”, lei mi ha baciato. O.O

    Si non iniziano con “e quindi?” ma vogliamo buttar via queste fette di vita vissuta? A proposito di fette vado a mangiarmi la torta appena uscita dal forno.

    Ahhhh fatto strano [e fastidioso] Truck: quando ti fai una bella doccia, ti lavi per bene e dopo 15 minuti ti scappa la cacca… che fastidio! 😀 😀 😀

    Mi piace

  4. E QUINDI? ti cambia la vita! solo tu Pancho mi capisci… 😀 bellissimo il fatto strano e fastidioso- merita un post dedicato, che facciamo, collaboriamo per pubblicarlo? sarebbe bellissimo

    Mi piace

  5. Ah io al massimo posso darti supporto e qualche sparuta idea.. il produttore di testi sei tu, io non ne sono proprio capace

    Mi piace

  6. sei troppo modesto.. sarebbe la giusta celebrazione del commentatore più assiduo (e pazzo) di Kaizenology! fammici mumble-mumbleare un pò su..

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...