Meteo

bernaccaUno degli aspetti che più mi sorprendono dei tempi moderni è l’importanza che si sono guadagnate le previsioni del tempo nella vita di tutti i giorni. Cazzo, siamo in piena epoca di dittatura del meteo! Non trovate?

Io ero rimasto a Bernacca che non ci azzeccava mai, nonostante l’eleganza e la cordialità, o ai programmi meteo regionali dopo il tg, o al massimo alle prime versioni dei siti internet. Domani piove, dopodomani forse, poi sole, poi boh.
Poi con gli smart phone e le app sono impazziti tutti. Chiarisco: mi sembra giusto sapere che succede a livello di tempo atmosferico, ci mancherebbe. Sono un camionista bohémien, ma anche un preciso padre di famiglia, che diamine! Ricordo ancora quando atterrai a Mosca con un gilerino di cotone, ad aprile: minchia che freddo. 

Ma quando è troppo è troppo, qui c’è gente che controlla sull’app se tra tre quarti d’ora ci sarà un robusto temporale o semplici (man)rovesci – che gli mollerei volentieri in faccia. Se il vento sarà proveniente da est o da sud est. Se ci sarà il 50% di umidità o magari il 55%. Ci sono parecchie osservazioni interessanti da fare, a proposito di questa moderna deriva umana. Roba ficcante, amici, mica cagate sulla politica – dovremmo tutti come minimo NON occuparci di politica per un triennio per tentare di ristabilire qualcosa di decente a riguardo – o sulla letteratura. Che dovrei scrivere sui libri? Leggete Joseph Conrad e Jack London tutta la vita, e mandate a cagare gli alti. Ecco il mio sunto, se proprio ci tenete.
E invece il meteo?
Il meteo è una vera a propria mania, una moda, una consuetudine che però oggi rischia seriamente di fare un upgrade sociale e diventare parte integrante del pensiero umano. Un dettaglio, certo, ma non secondario. Insomma, una bella rottura di cazzo in più, in un contesto globale già di per sè complesso. Io ovviamente mi auguro che non sia così, che non si abusi del meteo, ma vedo le nuove generazioni intorno a me – parlo dei ventenni, dei freschi trentenni – belle ossessionate dalle previsioni del tempo. A tal punto che spesso mi vien da rompere i coglioni a riguardo:
“Ma scusa, che te ne frega se domani sera alle 23:00 è prevista pioggia con nuvole nerissime e due simbolini di fulmine? Non sarete mica in quel locale a trangugiare birra?”
“Sì, ma con la pioggia, con questa pioggia (indicando disperato il display carico di nuvole nere e lampi gialli) che vuoi fare? Io manco metterei becco fuori di casa, ti dico…”
Ecco, questa mi sembra una vera stronzata.
Condizionare la vita reale, il qui ed ora, con proiezioni di quello che potrebbe essere, o di quello che sarà (cambia poco, per me) è sbagliato. Sottoporre idee e progetti al vaglio meteo: se c’è il sole si fa, se no fanculo.
Ma scherziamo?
Semmai, se c’è il sole meglio, se no fa lo stesso a meno che non venga giù la madonna in forma di precipitazioni. Que sera sera. Ecco, così mi sembra già meglio, come attitudine. Ma per riuscire ad averla bisogna a questo punto disintossicarsi un pò dalla dipendenza dal meteo. Ecco qualche suggerimento:

  • è inutile chiedere ogni mattina: oggi che freddo (o caldo) farà? Funziona così, e lo sai benissimo: per sei mesi all’anno ci sono dai 15 ai 30 gradi, per altri sai dai 5 ai 15. Basta. Punto. Organizzati
  • fregatene degli ombrelli, tanto si rompono, si perdono, si incastrano nelle grate dei marciapiedi, bagnano tutto quando sei in metrò, per chiuderli con il laccetto ti lavi totalmente. Lascia stare. Se vivi a Bologna poi te la cavi di portici.
  • programma le tue vacanza senza pretendere di sapere se a luglio 2014, durante quella settimana, sarà caldissimo oppure ventilato. Tanto è tutta questione di karma, fratella. Sei brava? Gentile? Civile? Paghi le tasse? Buona vacanza 🙂 Sei invece una fottuta bastarda? Allora devi impazzire
  • Pensa ai nordici, agli anglosassoni… Bianchi, flaccidi, polverosi, anchilosati. Certo, hanno inventato la finanza e il business e dunque ci controllano, ma nella giornata più grigia e più piovosa, mentre guardi sconsolato attraverso la tua finestra perlata di gocce di pioggia, pensa a loro.

E pensa: se non ci fossero un pò di sole e la pasta al sugo, che ne sarebbe di noi?

snow-beach

Advertisements

2 thoughts on “Meteo

  1. Qualche giorno fa… controllo il meteo sul cellulare: parzialmente nuvoloso. Controllo per scrupolo [poi ti spiego perchè] anche sul sito dell’aeronautica militare: simbolo della nuvoletta ma senza pioggia.

    Ottimo… prendo su la moto [vedi perchè sono stato scrupoloso?], esco di casa, faccio 5 km e comincia a scendere il diluvio cazzo!

    Meteoam, app meteo…? SUUUUUUKATEMELO!!!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...