The Ufficio Files – Minimizzare sulle proprie ferie

steve-ufficioPiù che una tendenza è vera e propria matematica, amici. Pensateci: ogni volta che un collega vi chiede, nei pochi minuti a settimana in cui entrambi mollate il colpo sul fingere di essere strapresi e vi concedete due chiacchiere (rinunciando quindi a Facebook e Twitter almeno per un fottuto istante), dettagli sulle vostre vacanze ormai alle porte, come gli rispondete?

Minimizzando. Quali ferie? Ah, intendi le tre settimane a Bali in Luxury Resort a partire da dopodomani? Sì ma, che vuoi che sia… manco ci pensavo. Voleranno, come al solito. Oppure: Sì ma, credimi, soffro l’aereo, non è che sia poi così elettrizzato dalla cosa… O ancora: Capirai, ci andiamo in famiglia, i bambini, i capricci, gli orari da rispettare ecc. ecc. Si può addirittura arrivare, esagerando, a un: Credimi, quasi non ci andrei neanche. Raccogliendo però in tal caso legittimi vaffanculo all’unisono, anche dagli apparentemente distratti colleghi delle stanze accanto.

Si minimizza anche – e soprattutto – per ferie meno appariscenti, tipo un paio di giorni, per mezze giornate o anche solo per qualche fottuta ora fuori dalla prigione dell’ufficio. Si minimizza sempre e comunque riguardo alle ferie, quasi ci si sentisse in colpa, e dato che è una consuetudine ormai consolidata, chi si azzarda più a non minimizzare? Ancora che mi tolgono tutte le ferie e i tutti i permessi, mi tolgono…

Ma perchè ci si comporta in modo così ridicolo coi colleghi, prima di andare in vacanza? Che minchia dovrebbe significare? Tutti sanno che sei ovviamente felice, stai andando in ferie, cazzo! E le ferie toccano a tutti, in ugual modo (perlomeno in teoria); perchè quindi minimizzare a propria volta, invece di esprimere apertamente la propria gioia? La controparte – cioè quelli che resteranno in ufficio a impazzire – potrebbe dal suo canto condividere il buon umore, augurare di cuore divertimento e relax al collega, e attendere speranzosa il proprio turno. E tutti andremmo d’amore e d’accordo.

Invece no, l’invidia serpeggia inconstrastata in qualsiasi ufficio, s’infila inafferrabile tra i desk, occupa ogni interstizio dell’area caffè, dei bagni, delle sale riunione, inquina l’aria con la sua puzza di merda e non ci pensa nemmeno a lasciare il campo ai buoni sentimenti. In ufficio? Che non sia mai… Se il collega va in vacanza io schiatto di più, per cui fanculo. Ma magari ci fosse tale trasparenza, pur nella cattiveria. Figuratevi: tutti a dispensare sorrisi al collega col piede già sul bagnasciuga caraibico, a chiedere sempre maggiori dettagli per testarne le capacità di minimizzazione (e trarre magari nuovi spunti per le proprie minimizzazioni future) e a chiedere puntualmente a se stessi o ai colleghi più intimi: Ma ‘sto stronzo è sempre in ferie? Ma quante ferie c’ha all’anno? Questo è il cocco della responsabile del personale, secondo me non gli scalano mai le ferie che prende. Sino a spiaggiare nel sarcasmo più bieco (quello che preferisco): Capirai, ferie o non ferie questo non fa mai un cazzo, perlomeno posso chiamare i parenti in Argentina quando non ci sarà.

E voi, appassionati di Kaizenology, come minimizzate coi colleghi quando portate il culo fuori dal quel putrido stanzino per qualche giorno? Quali fasulli dettagli negativi citate, alla vigilia della vostra assenza? Che dovrete accompagnare i vostri vecchi a fare analisi per tutto il giorno, tutti i giorni? Che partirete con quindici bambini problematici e solo un altro adulto, perlopiù disabile? Che ci sarà tempo di merda per tutto il tempo, stando alle previsioni? Che sono solo quattro miseri giorni, anzi tre perchè partite di sera e tornate la mattina della domenica (bravi coglioni :D)?

Vi dò un consiglio: spiazzate tutti in ufficio. Cominciate a parlare del vostro pomeriggio all’Apple Store (perchè, dite la verità, con quel permesso non andrete a fare altro che una bella, sana coda per accaparrarvi per primi la nuova, merdosissima trovate spilla-soldi) con esagerato entusiasmo sin da un mese prima. Poi menzionate quella data e il vostro appuntamento ogni due/tre giorni al massimo. Fissate addirittura incontri di lavoro per quella data. Rimandate sempre a quella data, a voce ben udibile. Chiedete a tutti se è il caso che mettiate la risposta automatica alla posta elettronica, se convenga che deviate il vostro interno telefonico, se il collega vuole che lo briffiate 😀 sulle cose in sospeso. Insomma create ilare, fastidiosissima attesa personale intorno all’evento. Quasi foste degli idioti, o quasi nascondeste qualcosa sotto, una trappola, un tranello.

Osservate poi l’individuo vostro collega. Apprezzatene le caratteristiche genetiche, umane, comportamentali. Giocate una partita a scacchi mentale con lui. Fa il carino? Allora siate letteralmente esaltati dall’idea del vostro cazzo di weekend lungo di merda in Liguria: fategli saltare il banco. Fa invece l’antipatico? Arrivate a chiedergli, per assurdo, se vuole stare lui a casa, usando le vostre ferie: C’è solo da portare mamma alla dialisi, per il resto puoi anche spararti una partitina del campionato inglese su Sky, qualcosa…

Se accetta però poi sono cazzi vostri.

Annunci

3 thoughts on “The Ufficio Files – Minimizzare sulle proprie ferie

  1. La mia minimizzazione classica: eh guarda ho 2 mesi di ferie… ma sono tutti gli arretrati, non li pagano e allora ho DOVUTO prendermi le ferie, manco ci volevo andare io!

    Però poi la finisco così: probabilmente starò a casa a non fare un cazzo… ma se mi muovo vi mando una cartolina!

    😀

    E poi dicono che gli italiani lavorano poco… ma se ci sentiamo in colpa quando andiamo in ferie! W l’Italia!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...