A metà strada tra egoista e despota:

stronzo.

La parolaccia l’ho scritta sotto perchè almeno non compare nel titolo del post, che poi per le statistiche da grassa risata di wikio e compagnia bella non è cosa (anche se, pensate: per questi signori salgono in classifica i blog citati da altri blog, cioè non quelli più visitati da nuovi utenti, i cosiddetti accessi ‘freschi’, con spinta dal basso ecc. ecc. bensì quelli inciuciati con altri senatori del mondo dei blog. Cioè, se non conosci e hai comunque un sacco di accessi rimani in fondo alla classifica… roba da non credere).

Così dicono di me. Soprattutto le mie voci interiori, intendo. Stronzo. A metà strada tra egoista e despota. Meta strada, perchè è ben diverso essere solo egoista o solo comandino, no? Funziona più o meno così:

  • uno solo egoista è ammalato di ego, fastidioso certo ma forse anche un pò romantico. Un arruffone. Destinato a sgretolarsi senza resistenza alcuna non appena la vita caca fuori un filotto di intoppi per bene (e puoi scommetterci che lo farà presto)
  • uno solo despota è odioso, inaccettabile senza dubbio, da cacciare via a calci in culo nella maggior parte dei casi, ma forse spesso lo fa per spiccato (e patologico) senso del dovere, o per qualche delirio di conoscenza superiore. Un pazzo patetico, insomma
  • invece uno stronzo, a metà strada tra un egoista e un desposta è proprio il peggio che può capitare. Comanda e dirige, ma in fondo lo fa per se stesso. Ti prevalica, ma te la vende come una cosa giusta, da agevolare per non opporsi al normale evolversi delle cose. Decide lui sempre e comunque, ma lo devi accettare a bocca chiusa. Insomma, uno da prendere a schiaffi. Come me, appunto.

Ora, amici, comme debbo fare per riscattarmi? Come faccio a diventare buono? E soprattutto, perchè dovrei? Sono arrivato a quarant’anni e milioni di chilometri macinati per le strade col mio Scania, e fatico a trovare ragioni per essere buono. In verità, mi trovo benissimo a essere buono con persone a caso, per strada, con i normali, gli umili, quelli che si alzano ogni mattina e pedalano senza troppe menate, che sono felici con quello che hanno. Apprezzo molto la loro semplice e grandiosa dignità. Insomma, personaggi da lacrimuccia di tenerone di sinistra. Ma con la gran parte del resto del mondo ho problemi. Lo ammetto. Problemi di voler mandare affanculo troppo presto, praticamente subito. Basta un gesto o una parola, e già mi hanno rotto il cazzo.

Come devo fare? Devo essere ancora più despota, più egoista? Ancora più stronzo?

Ma io vorrei solo amare…

Annunci

4 thoughts on “A metà strada tra egoista e despota:

  1. Io credo tu sia un pò stronzo… per aver linkato il video della Weber. Cazzo mi sono andati i supplì di traverso porca zozza!

    😀

    Mi piace

  2. 😀 Pancho è tornato!! dove sei stato, maledetto? a commentare sul blog di vanity fair?? GGGRRRRRRRR… e non fare l’ipocrita, hai speso la durata del clip della weber a smarrire le pupille nell’abisso della scollatura (e cotone idrofilo nelle orecchie)!

    Mi piace

  3. Nooo macchè Vanity Fair… ForMen Magazine piuttosto! Da quando qualcuno qui ha scritto riguardo ai fantasmagorici articoli sulle mutande da mettere altrimenti non sei kool e alapage e molto briatoso [da briatore.. nel tempo libero conio nuovi termini] non riesco a staccarmici! eheh

    In realtà semplicemente non ho bazzicato la rete… un pò di sana aria aperta per un pò! E col brutto tempo c’erano pure pochi rompicoglioni in giro.

    Beh ti dirò… azzerando il volume del video e piazzandocisi davanti in mutandoni pregando tipo fantozzi: “togliti le mutante! togliti le mutande” sta roba della weber potrebbe pure diventare interessante.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...