Tettamanzi

Adoro quest’uomo.

Non è uno scherzo, amici. Fosse per me, sarebbe Sindaco, Premier e Papa allo stesso momento (tecnicamente è possibile? Boh…). Ogni volta che mi capita di sentire o leggere quello che dice mi si scalda il cuoraccio duro da fottuto camionista rock’n’roll. E non è mica roba da poco: solo le mie figlie, la mia signorina, cameriera in un highway restaurant costretta a cavarsela a mance e Flag Day degli Housemartins sono capaci di tanto. 

Questo tappetto dall’attitudine che spacca ne ha da insegnare a tutti i religiosi, i credenti, i politici e gli importanti di ‘sto Stivale maledetto. Gente che vuole fare la splendida senza sporcarsi le mani. Gente che non ha capito, che mai capirà, che può solo preoccuparsi di difendere coi denti il suo orticello di merda (che gli si secchi all’istante!), quando invece oggi il mondo è apertura, confronto, scambio, consapevolezza, responsabilità. Ma che ne sanno loro… loro proteggono solo i loro quattro sporchi soldi raggranellati con qualche furbata, o sono bamboccioni straviziati ai quali i genitori o i nonni hanno pulito il culo fino a mezz’ora prima. E dunque non sono capaci – e mai lo saranno – di essere individui normali, di essere cittadini, genitori, colleghi. Figuriamoci classe dirigente.

No. Via tutti, per favore. Lasciamo invece spazio a chi ha voglia di fare. A chi ha cuore, attitudine, forza morale. Che gli altri si occupino pure dei loro conticini, come d’altronde faccio anch’io sul mio Scania ogni giorno: provole consegnate, soppressate consegnate, capocollo da consegnare nel primo pomeriggio… dove cazzo sono le mozzarelle di bufala?! Lasciamo che le decisioni per la collettività le prenda gente come Tettamanzi, amici. Io gli affiderei anche il portafogli! Ha una faccia troppo simpatica. Gli farei i coppini, lo coprirei di dispetti… e poi gli sorriderei. E magari lo chiamerei anche ‘fratello’, perchè no? Sono sicuro che apprezzerebbe: meglio un camionista sudaticcio e un pò manesco che un falso tutto d’un pezzo, con scheletri di ogni tipo nell’armadio.

A proposito, Dionigi, sai cosa bisognerebbe fare tra i credenti, i religiosi della tua confessione – i cosiddetti cattolici? Un bel test d’ingresso, o di permanenza. Chi non ha capito una fava degli insegnamenti del capostipite – tale Gesù di Nazareth, che per la verità mi sta simpatico – esca dal gruppo e non si faccia più vedere in Parrocchia nè in Chiesa, nemmeno a Natale o a Pasqua, e nemmeno per mostrare il vestito nuovo a tutti. Chi non è disposto ad aiutare, amare incondizionatamente (remember my post? 🙂 ), rispettare, condividere, tollerare, fare un passo verso l’altro, il diverso, non può definirsi uno del tuo giro. Liberissimo di vivere come crede, ci mancherebbe, ma di fatto non è certo parte di quell’esagerata percentuale di cattolici presente in Italia.

Ma che stia tranquillo, rimane pur sempre in compagnia dei suoi simili; ce n’è da sbizzarirsi di questi tempi: ottusi, ipocriti, ignoranti, sgarbati, intolleranti, mafiosi, evasori e sbruffoni. Basterebbe trasferirli dall’altra parte tutti insieme, no? Dalla religione cattolica – che quindi poi mi rimane bella pulita – a che ne so… la congrega degli stronzi.

…suona bene, no?

Advertisements

4 thoughts on “Tettamanzi

  1. L’ignoranza dilagante riguardante la dottrina cristiano-cattolica è da imputare principalmente alla Chiesa stessa che la promuove in modo attivo.

    Io propongo di comprare 0,44Km/q in Guatemala, e poi obbligare l’intero vaticano a trasferisi laggiù… tanto per stare più vicini ai poveri!

    Ah no aspetta… loro stanno già impoverendo noi [da secoli, e non solo dal punto di vista economico], che rimangano allora!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...