Scontrino

Ho di recente cambiato il pusher mattutino (per i non TruckDriveristi: il bar o panettiere dove il nostro eroe con la canotta sbrodolata – meglio non chiedersi di che cosa – acquista la brioche e/o il caffè della sacrosanta colazione). Volete sapere perchè? No? Chi se no frega, ve lo dico lo stesso. Perchè la grandissima tr… ehm, la sorridente, vagamente subdola signora bionda alla cassa, nonchè di certo proprietaria del bar o perlomeno a quote, da qualche giorno non mi faceva più lo scontrino per la gustosa brioche al cioccolato bianco che ogni mattina mi accaparro prima di saltare sullo Scania. Non è che si dimenticava di farlo, figuratevi… La storia è sempre la stessa: non te lo mollano per una o due volte, recepiscono distrattamente (in apparenza) la tua reazione, e se non dici niente e non lo chiedi esplicitamente –  à la sketch dei ‘soliti idioti’, magnifico tra l’altro – sei segnato a vita: non ti faranno mai più lo scontrino, neanche se vedono alle tue spalle un impavido Colonnello della Guardia di Finanza, paladino nella lotta all’evasione e alla corruzione tutta. Vi prego, non ridete. L’argomento è serio.

A quel punto avevo solo due scelte: o prenderla a schiaffi seduta stante, non per forza in senso metaforico, oppure non fare un cazzo, sorridere distratto ma non spendere nemmeno un grammo di energia vitale nei suoi confronti e semplicemente cambiare bar per sempre. Punto. Tanti saluti. Loro certo non avrebbero pianto per l’euro al giorno in meno del loro cliente camionista, io men che meno avrei dato loro una qualsiasi importanza nel mio quotidiano: tutti contenti. Fatto sta che se ogni cittadino facesse come me, ‘sti porci bastardi evasori mafiosi si troverebbero con le pezze al culo in men che non si dica. NONOSTANTE le fette di salame di Fisco, Guardia di Finanza e compagnia non controllante.

Lo so, lo so. Sarebbe stato molto più soddisfacente aver preso la sciura a schiaffi, ed in effetti non mi sento di escluderlo del tutto, al momento. Potrei aggiungere al cambio di pusher anche una bella grattatina alle mani che mi prudono da impazzire tramite la brutta faccia rifatta della tr… ehm, della subdola cassiera bionda. So che voi apprezzereste, per cui ci faccio un serio pensierino. Ma datemi tempo ok? In questi giorni cominciano le scuole e il mio cuore è gonfio di tenerezza ed emozione per le mie due piccole camioniste alle prese con i loro primi giorni dietro i banchi. Sniff, sniff…

Tutto questo, amici, per dire che è ora di basta (come dice un amico padroncino sempre strafatto, tranne quando è ubriaco) con le porcate dei commercianti ladri evasori, con la protezione di papponi, colonnelli, immanicati e maiali di ogni tipo. Basta con i proclama in un modo, e i comportamenti nel modo opposto. Basta chiacchiere. È ora di passare all’azione. Protesta, fratelli. Opposizione. Tafferuglio singolo aggravato contro il furbastro che ci vuole fregare (ogni euro sottratto alle tasse è un maledetto euro in meno di servizi per noi babbioni che paghiamo ogni centesimo di quanto dovuto). Rivolta sociale, se serve. Certamente, cambio di pusher. Immediato, deciso, senza ripensamenti.

La nostra arma più affilata sono i consumi, amici. Pensateci. Ripensateli. Riduceteli. E mandate tutti i porci evasori a fare in culo per sempre.

Vi amo.

Annunci

12 thoughts on “Scontrino

  1. “Basterebbe” una semplice ritoccata al sistema fiscale italiano… Nessun governo ha mai osato farlo (alcuni dissero anche che gli italiani non erano pronti a una simile rivoluzione). Il metodo è semplice ed efficace e gli ‘mericani lo sanno. Bisognerebbe pagare le tasse su quanto guadagnato in un anno meno quanto speso… (in fondo le tasse su quello che compri sono già incluse) in questo modo si chiederebbe sempre e comunque lo scontrino, da quello del chewing gum a quello della lamborghini arancio cangiante, perché a fine anno andresti a sottrarre l’euro del chewing gum o i 300mila della lamborghini dalla somma dei guadagni… semplice, efficace, in grado di fare ripartire l’economia… la domanda è per quale cazzo di motivo non si fa? Non siamo ancora pronti? L’economia sommersa va bene a tutti?

    Mi piace

  2. parole sante, ma reggerebbe da noi? ci si può fidare della veridicità delle spese, considerando la furberia nazionale? per me invece basterebbero migliaia di controllori, ovunque, presi dai disoccupati e pagati dagli introiti delle ammende. lo si dichiara prima a reti unificate: amici, fino ad oggi avete fatto i vostri porci comodi, ma da domani inizia lo stato di polizia fiscale. chi sgarra è fottuto. per assurdo potrebbe funzionare

    Mi piace

  3. Sono d’accordo con J: se si realizzasse una fiscalizzazione di ogni ricevuta di pagamento [quindi si potrebbe portare in detrazione le fatture, gli scontrini eccetera] emergerebbe credo centinaia di milioni di tasse prima non pagate.

    Però secondo me il tuo fastidio Truck non è derivante dalla mancata erogazione dello scontrino bensì dal mancato sconto sul servizio 😀 A me danno fastidio i furbetti dello scontrino… se non mi fanno lo sconto 😀

    Mi piace

  4. apprezzo l’onestà del nostro Pancho- chi è senza peccato… ma comunque fanculo, mi sono rotto di essere tra i pochi stronzi a pagare i banchi marcescenti delle scuole pubbliche, mentre un maledetto edile mi sgasa in faccia col suo bmw nuovo di pacca (è Truck a parlare.. io sono solo il medium! :D)

    Mi piace

  5. Ah e non dimentichiamoci che per risanare il debito di questo stramaledetto paese basterebbe legalizzare la colitvazione e la produzione di canapa indiana (con le tasse del monopolio di stato come sulle sigarette) e la prostituzione… un pompino quanto? cinquanta iva inclusa… eccole lo scontrino…

    Mi piace

  6. Evviva gli scontrini!!! Anche se l’assenza di tali a volte dà vita a scene esilaranti…

    Una volta anni e anni fa mia nonna fu fermata da un agente della finanza… e senza scontrino per “non far la spia” disse: “Giuvinò non tengo spicci!” e andò avanti per la sua strada! 😯

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...