Sucate sul Serio

Caro Alessio, come le vecchie coppie senza fantasia, che lo fanno sempre nel solito modo, anche noi ci siamo guardati negli occhi (per modo di dire visto che non ci vediamo mai) e ci siamo detti: ma vuoi vedere che le cose vanno sempre peggio perché noi per primi non cambiamo mai? E se provassimo una volta, una sola, a fare al contrario? Io sopra e tu sotto, solo per oggi, dai! Detto fatto e vediamo come va a finire. Ho scritto quattro righe, sono le 15,15 di lunedì. Le urne sono appena chiuse. Accendo la TV e controllo gli exit poll: Pisapia sindaco e De Magistris sindaco. Orpo, vuoi vedere che funziona? Ma c’è un piccolo particolare: che domanda ti faccio, io a te? Perché una domanda te la devo pur fare. Ah, ecco qua. A chi e come dedicheresti l’ipotetica vittoria di una persona onesta (lasciamo perdere se di sinistra o di destra per ora), almeno una volta ogni tanto in questo paese? Come la festeggeresti? Per parte mia, mi torna in mente lo scherzo che qualche geniale burlone ha fatto alla Moratti giorni fa su Twitter. Le hanno chiesto cosa pensava della prossima costruzione di una moschea in un paesino in provincia di Milano e lei ha risposto con sdegno che non lo avrebbe permesso. Peccato che il paese era palesemente inventato, suonava solo come i tanti Segrate e Linate, ma non esisteva, eppure era bastato a sbugiardare un sindaco che non ha tempo per guardare in faccia i propri elettori. E allora io la dedico a questo paesino la nostra ipotetica vittoria di una persona per bene. Alzo dunque il calice e brindo urlando il suo nome inventato: Sucate (Milano). E tu?

Guglielmo Pispisa

Caro Guglielmo, effettivamente ogni tanto cambiare fa bene. Se lo saranno ripetuto in testa i milanesi, nel chiuso dell’urna e di fronte alla scheda, visto che dubito siano diventati da una settimana all’altra un pugno di comunisti mangiapreti culattoni senzadio. Più semplicemente, si sono rotti i coglioni di essere trattati sempre alla stregua di idioti, di minus habens, di babbi du paisi che si ‘mmuccano la qualunque senza fiatare. I milanesi sono gente solida, magari avranno in testa quattro concetti in croce, ma quelli ce li hanno ben presenti, e guai a prenderli per il culo. E quindi hanno voluto che il mite, pacifico, pacioccone e ipergarantista Giuliano Pisapia fosse il loro sindaco. Ma le tumpulate Berlusconi le ha prese dappertutto. Anche a Napoli, dove ha vinto il rabbioso e forcaiolissimo Luigi De Magistris che onestamente del comunista mi pare avere pochissimo (mentre probabilmente ne ha parecchio del fascista). Figurati, nemmeno ad Arcore l’hanno voluto più. E quindi? Quindi sono fermamente convinto del fatto che il voto di lunedi sia un messaggio. Hai rotto il cazzo. Basta. Levati dai coglioni. Voteremmo chiunque pur di non vedere più quella faccia di merda andare in televisione a prendere per il culo un paese intero ed a far ridere il resto del mondo. Sciò. Raus. Ecco quello che penso. Che poi c’è andata di mezzo quella poverina di Letizia Moratti, visibilmente imbarazzata e fuori ruolo a fare la Santanchè. Pazienza. La beffa di Twitter non è che la ciliegina su un’immensa torta di merda che oggi il Pdl sarà costretto ad ingoiare, da oggi, boccone dopo boccone. Magari, chissà, nella Sucate che c’è in provincia di Bergamo. Sucate sul Serio.

Alessio Caspanello

Guglielmo Pispisa – Alessio Caspanello

qui gli articoli precedenti

Annunci

One thought on “Sucate sul Serio

  1. Solo per essere precisi: de Magistris è sempre stato di sinistra. Forcaiolo e fascista casomai è Di Pietro (ma solo quando gli conviene, quando deve guardare al suo partito diventa più garantista di Pisapia).

    Non a caso de Magistris c’entra con Di Pietro e l’IdV, come la mortadella con il caffè macchiato.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...