Domande per Milano

Allora, tra un paio di giorni si vota per l’elezione del Sindaco di Milano. Posto che sono un camionista dell’hinterland (e felice di esserlo), non posso trattenermi dal dire la mia, visto che comunque consegno da sempre robiole e caciocavallo nella metropoli – e con un carretto a pedali, tanto per chiarire con gli amici ambientalisti.

Non me ne frega niente se siete di destra o di sinistra. Anzi, a dirla tutta, spesso questa suddivisione tra le solite, noiosissime italiche due fazioni IN TUTTO mi ha frantumato gli zebedei, e mi provoca l’orticaria qualsiasi sia la risposta dell’interpellato. Non è importante, amici milanesi. Altro è importante, adesso. E per capirlo, fatevi questa serie di domande.

La città è gestita in modo competente e onesto?

La città è migliorata?

La città è vivibile, piacevole, ospitale?

Guardatevi attorno. La risposta è evidente, no? La città fa CACARE. Eppure di cose qui ne succedono. Eppure nazionalità, etnie, influenze, incontri, progetti, iniziative ce ne sono a bizzeffe. Eppure la gente qui è consapevole, attenta, precisa. Persino affidabile. Persino divertente, se sai prenderla. Il problema è  in alto, amici, non tra di noi, modesti camerieri del grande catering cittadino. Il problema è che mafia, inciucio, privilegio, snobismo, aristocrazia, menefreghismo, crimine e arroganza banchettano alla grande a Milano da troppo tempo, ormai. E tutto intorno, la città fa schifo.

Un’ultima domanda: come si fa, tra un paio di giorni, a entrare nella cabina elettorale e votare ancora per chi ha dimostrato in questi anni di aver addirittura peggiorato la situazione, già deficitaria? Se vogliamo, la cosa è da Guinness dei Primati… Com’è umanamente concepibile, se come me vivete la città ogni giorno, ogni anno, da decenni ormai?

No.

Non può essere.

Milanesi, non lo fate. O vi meriterete arroganza, cemento e SUV del cazzo a vita. Che siate di destra o sinistra, chiari o scuri, ricchi o poveri, stronzi o simpatici. Non lo fate. La città può veramente cambiare, se vorrete prendere a calci in culo chi l’ha gestita per anni. Altrimenti, non avrete che da incolpare voi stessi.

Maledetti.

😉

Annunci

3 thoughts on “Domande per Milano

  1. Amico camionista sei stato troppo tenero: Milano fa CACARE IL CAZZO. Solo una scimmia idrocefala che si nutre dei propri escrementi voterebbe di nuovo l’attuale amministrazione di Milano. Lo dico con tutto il rispetto possibile per le scimmie idrocefale ecc, ecc. Il masochismo sarà pure di gran moda, ma quando è troppo è troppo!
    E comunque sappiano quelli in alto che noi del catering, quando ci sentiamo buoni, ci limitiamo a sputare nei loro piatti; nei rimanenti 364 giorni dell’anno invece…

    Mi piace

  2. Pingback: Sassolini « : kaizenology :

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...