Per il mio panettiere

Queste poche, emozionate parole sono dedicate ai deliziosi prodotti da forno, e a coloro che si bruciano il muso ogni notte a rigirarli mentre sono in cottura. Per pochi spicci e per la nostra bella faccia deformata del mattino. Eroi. Siete eroi! Altro che i mercenari che ammazzano esseri umani in giro per il mondo…

Mi sono appena sbranato un rettangolo di sublime focaccia coi pomodorini. Ho briciole dappertutto, la bocca oleosa, le dita bisunte ma non resisto. DEVO scrivere. DEVO decantare questa lode. Adesso. Cristo, se non fosse per il mio panettiere e per qualche caldo raggio di sole in più sarei già da tempo emigrato in Olanda con il mio Scania e il mio personale esercito di femmine!

E vattene, direte… E un attimo! Rispondo. Sto valutando. Sto soppesando gli elementi. Lavoro, abitazione, clima, cibo, servizi, qualità della vita… mica è semplice! E poi al momento non sono abbastanza imparziale per poter analizzare a fondo i dettagli. Al momento assaporo ancora la sapiente miscela di grano stesa con maestria, inzuppata di olio e origano e tempestata di piccoli, lucidi e saporiti soli rossi… Oh, sì… Cotta al punto giusto – croccante in crosta e morbida, arrendevole nel suo cuore – servita ancora un pò calda, fragrante, irresistibile. Potrei uccidere per un trancio di focaccia.

Perchè? Perchè mi tratti così, focaccia? Perchè mi fai questo, panettiere? Sai benissimo che sono un control freak e che ODIO tutto quello che non è calcolato al minimo dettaglio. ODIO non avere il controllo. Perchè ogni maledetto giorno, non appena passo dalle tue parti, non appena il profumo divino del grano lievitato a forno si insinua nelle mie povere narici di uomo senza fede e senza speranza, anche se incazzato, o di fretta, o satollo di altro cibo, o indisposto, o aggressivo, o distratto, o intrattabile, o mestruato, non riesco a resistere al richiamo del tuo maledetto bancone?

Dammi qualsiasi cosa che non sia dolce, qualsiasi… Veloce… Anche pane nudo e crudo (cioè, nudo ma che sia almeno cotto). Così, a morsi. Michette piene sbranate a morsi, come se niente fosse. Grano ingollato nello stomaco. Prodotti salati da forno: la mia ossessione, lo ammetto. Persino gli amici del Club del Bestione ci marciano sopra, mi cantano sempre Forza Panino! a mò di sfottò e mi assillano con scherzi di ogni tipo. Come lasciare briciole per strada, che seguo d’istinto a testa bassa come un vecchio e rincoglionito Pollicino, dalla porta di casa mia dritto fino al negozio di pasticceria, straboccante in vetrina di nauseabondi intrugli dolcissimi e appiccicosi. Bastardi. ABORRO IL DOLCE! Non posso sopportare torte alla crema, pasticcini, sfoglie, panne montate… Quindi se siete invitati a cena da me, in caso vogliate espletare la noiosa formalità di portare qualcosa, sfoggiate un bel vassoio di michettine piene. O uno sfilatino pugliese tagliato a fette fini fini, adornate a fiore. Mi fate felice (e non spendete un cazzo).

Che poi, strafacendosi di prodotti da forno come il sottoscritto Truck Driver, non si riescono proprio a capire i seguenti atteggiamenti di alcune frange di essere umani:

-chi compra roba confezionata. Merendine, brioscine, schiacciatine, stronzate varie cariche marce di conservanti, coloranti, emulsionanti e merda di quel tipo. Ma perchè? Andate dal panettiere cazzo, e fatevi mettere un paio di focaccine con le olive in un sacchetto… vediamo poi chi ha ragione

-chi spende cifra improponibili per pasti in locali pubblici. Trovo che i prezzi esorbitanti di primi piatti, secondi piatti, insalate, portate di ogni tipo siano per prima cosa irrispettosi del valore del denaro (suona fico, eh? 🙂 ). E poi, francamente fastidiosi. E visto che la maggior parte dei ristoratori ci prende per il culo, io propongo di mandarli tutti a cagare e arrangiarsi quando si è fuori casa mangiando frutta fresca, verdura cruda lavata e tagliata e prodotti da forno. Con una bella boccia di rosso nostrano da far girare in cerchio, tipo cannone.

-chi non mangia nulla, o pochissimo,  in nome di ridicole diete per essere più bello, più sicuro o non so cos’altro. Ma smettetela… tanto fate cacare lo stesso, guardatevi allo specchio. Vi pare roba decente? E allora finitela con ‘sta rottura di palle e godetevi il piacere del cibo. Mangiate il giusto, gli alimenti giusti, e fate movimento (sì, anche scopando).

E adesso me ne vado. Ora che ci penso, le dita unte le posso sfruttare in qualche altro modo…

http://www.wikio.it

Advertisements

9 thoughts on “Per il mio panettiere

  1. 😀 il giusto è un concetto relativo.. dipende dal volume e dal fabbisogno calorico della PANZA!! dio santo che acquolina… meglio scrivere dei cessi!!!!

    Mi piace

  2. Io lavoro la notte: inizio alle 4 più o meno, non tutte le notti ma quasi.. lungo la strada per il lavoro c’è una panettiere. Ogni mattina, se non sono in ritardo, passo da lui a comprarmi qualcosa da mangiare, poca roba: un panino, una brioches [senza farcitura], eccetera. E’ una GODURIA.

    Stade sgombre, panino bello caldo che mi fa odorare la macchina di panetteria… citando Di Caprio [si può qui no? :P]: sono il re del mondo!

    Mi piace

  3. Comunque andare al ristorante spendaccione è roba da tizi col golfino allacciato sulle spalle eh… fa parte del kit del perfetto cagone [termine veneto, o quantomeno veronese per identificare i ganassa, gli spendidi, i proprietari dei suv eccetera.. quelli ecco].

    Mi piace

  4. RICORDO UN AMICO A SIVIGLIA CHE TENEVA GELOSAMENTE IL SUO PICCOLO PEZZO DI PANE ( SIGILLATO COL CELLOPHANE! ) STRETTO A SE!
    QUELL’UOMO HA FATTO “STRADA” DOPO QUEL TOZZO DI PANINO…..ORA E’ PASSATO ALLE FOCACCIE CON POMODORINI!!!!

    E ALLORA VI LASCIO CON UN INNO AL PRODOTTO “MADE IN CASCINA GATTI”.

    “SIJORA, MI DA’ UN PEZZO DI FO’ACCCINA ALLE OLIVE????”
    ” E UN TE’ FREDDO”…………..
    BELLA!!!!!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...