Ascolta un cretino

Non me li ha chiesti nessuno, ma oggi mi sento di nuovo Paulo Coelho e voglio dispensarti consigli di vita, dall’alto (basso) della mia visione del mondo. Faresti meglio a prendere nota. Oppure mandami affanculo e guardati Boris serie 3: dio bonino quanto lo adoro. Bene, kaizenologysta avvisato…

-non comprare in eccesso, anzi non comprare quasi niente. Va abbastanza di moda e, tra l’altro, è il modo migliore per risparmiare 🙂 Perchè spendere quando non è indispensabile? Mi rendo conto che il tic dell’estrarre il portafoglio è ormai difficile da vincere e che il consiglio sembra quello di un taccagno, ma come prova di forza e determinazione umana cosa c’è di meglio che resistere all’acquisto di qualcosa? Sfida te stesso: è come un corso di sopravvivenza in situazioni estreme – molto popolari di questi tempi – ma senza doversi impantanare di fango e perdipiù senza costo di iscrizione. Appunto. Il concetto è semplice: abituati a cavartela con poco, pochissimo, per poi stare da dio con qualche soldo in più. In pratica, Lapalisse + il perfetto risparmiatore di Alan Friedman. Cosa vuoi di più? Quindi, non comprare. Tieniti piuttosto un pò di soldi per uscire qualche volta: un cinema, una birra, quattro salti in qualche balera del liscio. Cibo per l’anima. Ma non oggetti. Che ti servono a fare? Hai già tutto alla tua età, butti via periodicamente sacchi di roba e ne vorresti ancora? Lascia perdere. Che poi, visto che tra il comprare roba economica cinese e roba carissima locale non sai decidere, non comprare e basta. E fatti un giro in bicicletta nel primo fazzoletto di verde che trovi, cantando Baby Jane di Rod Stewart.

-non esagerare in tecnologia. Non sei credibile. Manco fossi coreano del sud, o finlandese. Prenditi quello che ti serve, un telefono, un computer, una connessione decente, e mettiti al riparo dal bombardamento costante di media, pubblicità e guru vari: è quella la cosa più difficile. O comunque chiediti sempre se ti senti nerd abbastanza per usare l’apparecchio che stai usando con quell’assiduità da svitato: in caso affermativo non ho altro da dirti, in caso negativo poniti il problema. Essendo italico e dunque romantico – in senso lato – e passionale, non sei in grado di filtrare il tuo temperamento focoso attraverso apparecchiature elettroniche. Guarda che casino viene fuori quando si litiga per email o sms. Molto meglio trovarsi al muretto davanti all’italica gelateria, con maglione color pesca appeso sulle spalle e le maniche annodate, a discutere faccia abbronzata a faccia abbronzata, capello con gel a capello lungo e lucido come una maledetta presentatrice tv, con un bel cono menta e liquirizia e tanta panna montata. Al massimo va a finire a coni in faccia, che è più divertente e meno costoso che raccogliere pezzi di silicio dal pavimento. Troppa tecnologia ti abbruttisce, ti de-italianizza (mannaggia, qui però rischio di creare l’effetto contrario…), ti rende antipatico e non sarai più neanche in grado di fare sesso in modo decente.

-per un giorno alla settimana forzati a non curare il tuo aspetto. Così, per vedere se vieni apprezzato anche con l’alito pesante o completamente spettinato. Perchè questa follia? Innanzitutto perchè mi fa impazzire dal ridere, poi perchè prendersi per il culo da soli ha la sua importanza. In quanto italici siamo pieni di stile, sì, ma anche un pò troppo di noi stessi. Crediamo di saperne di più su tutto e invece spesso, specialmente negli ultimi decenni, ci accorgiamo di saperne di meno. Per raddrizzarci dobbiamo provare a sentirci a disagio nelle cose che ci caratterizzano di più. Quindi da domani tutti spettinati e con vestiti inguardabili, ma accodati in file impeccabili, silenziosi e con libri di filosofia aperti in mano. così, per stupirci e vedere l’effetto che fa. Sperando che i soliti maledetti creativi della notte milanese non trasformino la cosa nella serata a tema più cool della città…

Annunci

3 thoughts on “Ascolta un cretino

  1. lì certo i maglioni color pesca annodati al petto non mancheranno… ehi, menta e liquirizia è la mia combinazione preferita! 🙂 la panna era solo per fare il romanticone

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...