Io li odio i nazisti dell’Illinois> Narrazioni> Che bella gente di Andrea Cattaneo

casa-mediashoppingChe bella gente (liberamente tratto dall’omonima canzone di Giorgio Gaber)

Sì caro mio, tu dici così perché non li conosci ma guarda che non sono più neppure umani. Non sai mica come è fatta questa gente qua. Per esempio, ce n’è uno col testone – sì, è imbarazzante –; alle cinque della sera non ricorda già più il suo nome. E che nome! Un nome temuto e conosciuto, mai che abbia lavorato. Arriva al bar ogni sera e inchioda il suo sedere davanti a un tavolino e s’ammazza a furia di brindisi. Già, proprio così, hai capito bene. E in barba alla sua religione – che certo non incoraggia l’alcolismo – non tracanna mica Coca-cola e neppure acqua fresca, sai?
Poi, quando viene l’ora, te lo ritrovi dove? Sì, esatto proprio là. Tutto assorto ad ascoltare le prediche, dritto come una scopa, con l’occhio da affogato s’infligge quella punizione così smaltisce il vino e si pulisce la coscienza. Ma guarda che quel verme lì non pensa mica, sai? No, lui prega!
E poi c’è il fratellino, trafficone impenitente. Di giorno incassa bustarelle, distribuisce lavori, è peggio d’un dente guasto. Pensa che s’è sposato una mezza gobba solo perché ha la dote, ma non gli basta mai. Col suo bel vestitino, col suo bel macchino fa pure lo strozzino e non perde occasione per tenere d’occhio sessanta debitori che tiene in ginocchio. Credimi che quel fetente là non prega mica. No, lui frega!
E poi ci sono gli altri, la madre sempre muta che macina programmi tv e il patriarca defunto che li tiene ancora d’occhio: li fissa con aria severa affacciandosi da un lugubre fotografia. È lui che domina tutto il gregge che naviga nell’oro (venuto chissà da dove), ma a cena si concede soltanto una schifosa minestra. E quando non resta che il brodo, con la bocca li senti fare disgustosi “ssssct–ssssct”.
E poi c’è la vecchia che ormai hanno plagiato: trema ma non muore. La curano, sì, ma le contano le ore e invocano il momento di chiuderle la bara e aprire il testamento che, naturalmente, va tutto a loro vantaggio. Eh già perché ai funerali quella gente lì mica canta sai? No, ah, no! Conta!
E poi, c’è Margherita che è bella come il sole e tu non ha idea del bene che mi vuole. Sogniamo addirittura una casa nostra, è piena di finestre e quasi niente mura e dentro solo noi a ridere di gioia. la cosa è già sicura, solo che c’è una noia: la sua famiglia è contro.
Ce l’hanno su con me, mi danno del pezzente, non sopportano il mio colore. Eh già perché per quella gente è meglio un delinquente ma con la posizione e anche se la figlia sembra differente è nata ed è cresciuta in quel ambiente.
Da un mese a questa parte la tengono al guinzaglio perché – dicono in giro – loro di me hanno paura, capisci? Loro, che non sembrano neppure più umani, hanno paura. Si sono organizzati, pensa, assieme all’altra gente perché io, per loro, sono un pericolo ambulante. Le legge è dalla loro parte e mi vengono a cercare e se non trovano me fa niente, basta che ci sia qualcuno da prendere a bersaglio perché così si svagano. Perché così non si mischiano con noi e si sentono i più forti, i padroni di un paese che somiglia sempre di più a un grosso carcere a cielo aperto. E preferiscono restare nel loro ghetto, nelle loro belle prigioni a schiera con la tv satellitare e l’ultimo cellulare.
E quando ci incontriamo gli occhi di lei mi fissano e sembra che mi dica che un giorno fuggirà, che mi raggiungerà e allora in quel momento, allora io le credo ma solo in quel momento, perché da quelle case là nessuno scappa mai. Hai capito adesso come sono gli italiani?
Si è fatto tardi e ho quasi finito i soldi. Scusami per lo sfogo, se riesco il prossimo mese ti manderò altro denaro. Non ti prometto niente, può anche darsi che domani mi fermino per mettermi in galera. Ma ormai sono proprio stufo e non me ne importa più niente.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...