Callisto: Blu Scuro

callisto.jpg    Potremmo immaginare un’ipotetica scala di blues letteraria che va da William Faulkner a John Steinbeck passando per Raymond Carver, un intervallo di quinta diminuita, in cui due gradi della scala diatonica vengono abbassati dando così origine al tipico suono malinconico e stonato. Ipotizzando che i gradi abbassati siano Cormac McCarty e Pete Dexter, mancherebbe all’appello ancora una nota della pentatonica, il Krol, la “blue note”. Quella aggiunta clandestinamente: la sesta di cinque. Un’eccezione rispetto alle altre scale, un’eccezione che nel caso dello scrittore mancante è data dalla sua nazionalità. Torsten Krol è australiano, ma il suo ultimo libro, “Callisto” (ISBN edizioni, 412 pagine 15.80 euro), è puro blues. Leggere Callisto è come ascoltare un bluegrass primitivo suonato da un’orchestra di chitarre distorte; è come osservare il “Gotico americano” di Grant Wood, ridipinto in chiave contemporanea. Al posto del forcone, un fucile d’assalto. Pensate agli altri cinque autori della scala, pensate alla loro America, quella della bible belt, delle strade e dei paesi dimenticati da Dio e dagli uomini. L’America profonda e scura che rappresenta il ventre molle e allo stesso tempo il cuore pulsante della nazione. Lontano da New York, lontano dal San Francisco, lontano da Washington e da Chicago. Ebbene Callisto, Kansas è là. Così lontana eppure così vicina tanto che l’11 settembre, la guerra in Irak, l’esportazione della democrazia, l’islamofobia e il sogno (infranto) americano si attorcigliano l’uno sull’altro in un thriller denso e scuro. Blu scuro.  
 

Articolo pubblicato su L’indipendente del 15 luglio 2007

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...